Più consapevoli, più sicuri in Rete (e non solo)

Locandina evento uso consapevole della rete_cPat-1Più consapevoli, più sicuri in rete (e non solo)

Sabato 18 marzo nell’ambito delle attività, del Piano Nazionale della Scuola Digitale, realizzate dall’Istituto Comprensivo “Tullia Zevi” di Roma, LibreItalia ha organizzato l’evento Più consapevoli, più sicuri in rete ( e non solo), caratterizzato da attività laboratoriali per alunni e genitori. 

I seminari e le attività laboratoriali, che si terranno nel corso della giornata patrocinata dalla Regione Lazio e dall’Assessorato Roma Semplice del Comune di Roma, sono rivolti a genitori, docenti ed alunni anche esterni all’Istituto Zevi e saranno incentrati sui temi della sicurezza in rete e l’utilizzo del software libero.

I laboratori differenziati in base al target (ragazzi ed adulti) si svolgeranno in parallelo nel corso della mattina dalle ore 10.00 alle ore 13.00, grazie alla disponibilità dei formatori volontari Sonia Montegiove, Emma Pietrafesa e Nicoletta Staccioli e sono finalizzati ad aprire un momento di confronto e riflessione sull’uso dei social network e sull’importanza della consapevolezza e delle conoscenza utili a difendere la propria libertà digitale.

“L’iniziativa – commenta Daniela Corallo, promotrice già lo scorso anno di un seminario con gli insegnanti nello stesso Istituto –  vuole infatti aprire la strada ad altri incontri con ragazzi, insegnanti e genitori incentrati sulla consapevolezza digitale e sull’uso del software libero. I laboratori affronteranno i temi dei rischi e delle opportunità della Rete e dei social network e metteranno in evidenza possibili azioni di difesa, fondamentalmente legate alla consapevolezza degli strumenti usati. Per vivere la Rete in modo sicuro occorre conoscere i comportamenti utili a difendere la privacy e la reputazione online, nella certezza (troppo spesso non considerata) che tutto ciò che si scrive, si “posta”, si condivide rischia di rimanere per sempre. In questo contesto un ulteriore obiettivo che a noi sta particolarmente a cuore – ricorda la Presidente Sonia Montegiove –  è quello di  diffondere l’uso del software libero, dei valori della condivisione e della collaborazione, della divulgazione dell’openness. Una mattinata di conoscenza, simulazioni e gioco – conclude Nicoletta Staccioli, una delle formatrici della giornata – per imparare a difendersi dalle parole ostili della rete e non esserne inconsapevoli produttori; per diventare cittadine e cittadini consapevoli, perché il mondo digitale non è separato da quello reale”.

L’Istituto Comprensivo “Tullia Zevi”, nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, in collaborazione con l’associazione LibreItalia, organizza I laboratori si terranno presso la sede del Plesso di Largo Herzl, 51, il 18 marzo dalle 10,00 alle 13,00

Per ragioni organizzative si chiede la registrazione ai laboratori, compilando entro il 5 marzo, i moduli online predisposti.

1 – Pensa, prima di postare pensa.

https://goo.gl/forms/N6azecCkssuzM1vi1

2 – Social e dintorni: c’è bisogno da fare da guida.

https://goo.gl/forms/U4zZoAFcwVD9lhxs1

3 – Instagram e dintorni: istruzioni per l’uso

https://goo.gl/forms/DQE7NtB7BUWU8Shk1

4 –  Manuale di sopravvivenza ai gruppi di Whatsapp

https://goo.gl/forms/qwxeeVHOC0GGTf6W2