Segnalare le Amministrazioni europee che non pubblicano ODF

La campagna FixMyDocuments.eu, gestita in maniera indipendente da OpenForum Europe con l’aiuto di volontari, vuole aiutare le Pubbliche Amministrazioni europee che hanno adottato formati aperti (come di recente ha fatto il Regno Unito) a implementare la loro scelta documentando, registrando e segnalando online la loro conformità. Per questo, oltre a sottoscrivere la campagna, è possibile segnalare le Amministrazioni che non espongono, tra i documenti modificabili, anche formati aperti. Chiunque può segnalare pagine web pubbliche non conformi, le quali verranno poi controllate e aggiunte alla lista aggiornata settimanalmente.

Nelle pagine della campagna a sostegno dei formati aperti si legge che scegliendo e adottando formati di documenti aperti, le PA possono “migliorare la flessibilità e la capacità di cooperare liberamente e in maniera efficiente con altre istituzioni, con i cittadini e con le aziende, offrendo loro la possibilità di leggere, modificare e scambiare informazioni attraverso il software prescelto ed evitando così l’esclusione di alcuni attori o l’imposizione di costi ingiustificati”.

Inoltre l’uso di formati aperti aiuta “a creare un ambiente aperto negli appalti pubblici, rimuovendo le barriere alla partecipazione create dall’uso di standard proprietari/non-aperti, permettendo a molte più aziende (incluse PMI) di partecipare alle gare d’appalto”.

Soprattutto “l’utilizzo di formati di documenti aperti sposta il valore sul contenuto, piuttosto che sull’applicazione usata per crearlo o visualizzarlo. I formati di documenti aperti sono supportati da numerose applicazioni e possono essere implementati in qualsiasi tipo di software, evitando anche il rischio di perdere informazioni archiviate in formati proprietari/non-aperti non più supportati”.

Lette queste ottime ragioni, perché le PA dovrebbero continuare a pubblicare (e usare) in formato proprietario? E se questo accade perché i cittadini non dovrebbero chiedere a gran voce che le cose cambino? E se si facesse anche per le PA italiane?