Software libero a laboratorio all’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Milano

A partire dall’anno 2015, LibreItalia ha sostenuto e ha contribuito attivamente al progetto Linux va a scuola del Bergamo Linux Users Group (BgLUG), attivando una collaborazione lunga e duratura per diffondere l’uso del software libero all’interno degli ambienti scolastici italiani.

Il progetto, già avviato da un paio d’anni e attivo su tre altri istituti della bergamasca, è risultato molto interessante per Stefano Tolio, docente dell’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi di Milano, che da tempo cercava persone che potessero aiutarlo nella configurazione di tre nuovi laboratori con GNU/Linux. Dopo i primi contatti, il BgLUG ha subito cercato, attraverso gli indirizzi mail ufficiali dei LUG della zona di Milano, chi potesse essere vicino alla struttura dell’Istituto e fosse disposto a collaborare. È quindi nata una convenzione a quattro, firmata il 28 ottobre scorso, fra l’Istituto stesso, LibreItalia, BgLUG e OpenLabs, Linux Users Group di Milano che ha risposto all’appello del BgLUG, con l’obiettivo di implementare i tre nuovi laboratori con solo software libero nei plessi dell’Istituto Comprensivo.

I compiti delle tre associazioni possono essere così riassunti:

  • BgLUG supporta la soluzione tecnica, la estende e gestisce, remotamente, gli eventuali problemi che possono presentarsi in laboratorio, proponendo soluzioni che poi vengono vagliate ed implementate da OpenLabs e dal personale dell’Istituto stesso;
  • OpenLabs si occupa di fare da referente tecnico per il laboratorio, effettuando il primo troubleshooting dei problemi, incaricandosi di fare il lavoro pratico in loco e di organizzare le sessioni di corsi (gratuiti) per i docenti sull’utilizzo del sistema operativo installato (Edubuntu 14.04), sul sistema di controllo dei PC del laboratorio (Epoptes) e sulla gestione autonoma del laboratorio da parte dei docenti dell’istituto (creazione di nuovi utenti, nuove condivisioni, reinstallazione in autonomia dei PC del laboratorio, controllo delle attività di backup, ecc.);
  • LibreItalia si occupa invece di formare i docenti nell’utilizzo della suite di produttività d’ufficio LibreOffice ed in particolare sui programmi principali del pacchetto (Writer, Calc, Impress e Draw).

Tre server, uno per ciascun plesso, sono stati acquistati dall’Istituto e sono utilizzati come “centro operativo” per i singoli laboratori; la loro installazione e configurazione è stata eseguita il 12 di novembre a Bergamo in una unica seduta in cui erano presenti tutte e tre le associazioni e il Prof. Tolio. I server così preconfigurati sono poi stati trasferiti, posizionati in loco e avviati in produzione da Tolio, con l’aiuto dei soci di OpenLabs, nei giorni seguenti. I PC dei laboratori sono stati quindi recuperati da quelli già esistenti, diventati piuttosto lenti con l’utilizzo di sistemi operativi proprietari, e quelli eventualmente non funzionanti riparati. Al momento attuale, un solo laboratorio risulta essere attivo ma gli altri due sono in fase avanzata di completamento.

L’8 febbraio è stato presentato ufficialmente il progetto presso la sede principale dell’Istituto Comprensivo Ilaria Alpi. In questo caso si può dire davvero che l’unione tra associazioni ha fatto la forza (libera).